Paranoia, ansia e backup: ecco come faccio 1

Paranoia, ansia e backup: ecco come faccio

6 Luglio 2017

Da qualche anno ho iniziato la mia “storia” da freelance e chi come me è vittima di questa vita si sarà ritrovato in diverse situazioni che causano ansia, mal di pancia, ira, depressione e mai una gioia. Il mio unico modo di sopravvivere a questo vortice di disagi e misteriosi (o accidentali) disguidi è risolvere il problema alla prima occasione.

Lo scorso mese, reo di essere molto felice per le ferie che si avvicinano e del fatto che tutti i progetti stavano andando più o meno a chiusura, mi sono sbilanciato fingendomi gioioso. Ma il #maiunagioia si è presentato puntuale e a braccietto con Murphy (quello della legge). Come?

Crash dell’Hard Disk e ultimo backup disponibile risalente a 4 giorni prima.

Passata la fase RND(Divinità) THEN doInsulto() ho deciso di studiare una soluzione che in futuro mi permettesse di sopravvivere a catastrofi digitali di questo tipo.

Backup: Da dove iniziare (Hardware)

Solitamente chi non fa backup è perché è stato pigro o taccagno il tanto da non acquistare mai un dispositivo di storage.
Non è il mio caso, io adoro i Giga liberi e ne voglio in quantità industriale. Quindi ho fatto un elenco di tutti i dispositivi che potessero immagazzinare dati di backup.
Sorprendente:

  • 1 Nas Sinology in Raid da 3TB
  • 1 MyBook Live Ethernet da 2TB
  • 1 Lacie da 2TB alimentato
  • 1 MyBook Portable da 1TB
  • 1 MyBook Portable da 320GB
  • 1 HD Sata da 500GB da 3,5″
  • 1 HD Sata da 750GB da 3,5″
  • 1 HD Sata da 250 GB da 3,5″
  • 1 HD Sata da 80 GB da 2,5″

Ok ora per farvi capire quanto sono idiota vi rivelerò che prima dei danni utilizzavo soltanto il Sinology per i backup.

Raffica di insulti venite a me!

Ora, assalito da paranoia, ansia, nevrosi e qualche attacco di panico dopo aver dati diversi testate al muro ho pensato di avere tutto il necessario per fare i miei backup giornalieri. SBAGLIATO.

Backup: Da dove iniziare (Software)

Ho tutto online, non mi servono i software. Bravo coglione.
Non è così.

Paranoiaman inizia con una copia crittografata su HD Portatile (che tanto portatile non è perchè è sempre collegato) via Crashplan.
Cobian Backup crea una copia compattata e non crittografata su Dropbox, una su Google Drive e uno sull’HD Portatile.
Infine l’utility di Cloud di Synology fa un Backup sul Cloud del NAS.

Mi sento al sicuro? No.
Alla paranoia sono abbonato (cit.)

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Non la pensi come me? Scrivimelo!