Scrivere un articolo per il blog: consigli e modus operandi 1

Scrivere un articolo per il blog: consigli e modus operandi

5 Aprile 2020

Ho iniziato a lavorare un progetto qualche giorno fa dove mi imponevo di creare nuovi contenuti per questo blog. Tra questi la prima cosa che mi sono detto è “ok, ma come si fa a scrivere un articolo per il blog?“. Domanda che sembra semplice ma che è una vera e propria professione quindi…tanto semplice non è. Esistono copywriter e guestposter in tutto il mondo e la loro è una professione ricercatissima soprattutto perché, se ben fatta, fa crescere l’audience di un sito. Quindi come fare a scrivere un articolo per il blog?  Ho steso qualche punto per aiutarmi a creare un metodo.

Scrivere un articolo per il blog: impara da chi lo sa fare

Come sempre quando non so come fare una cosa, in questo caso come scrivere un articolo per il blog, i miei primi passi sono sempre in rete. Ho trovato moltissimi articoli interessanti soprattutto su blog americani, uno dei più utili è indiscutibilmente l’articolo di WordStream che trovate qui. Essendo io completamente a secco di scrittura, non avendo mai abbozzato nulla di professionale iniziare a scrivere un articolo per il blog potrebbe essere più difficoltoso che per altri.

Nella mia peregrinazione online mi sono imbattuto, per altri motivi, nel mitico Salvatore Aranzulla; per chi non lo conoscesse si vada a fare una ricerca online oppure acquisti il suo libro Il metodo Aranzulla. Imparare a creare un business onlineScrivere un articolo per il blog: consigli e modus operandi 2. Detto in breve è uno dei primissimi ad aver monetizzato un blog, cosa che fa tutt’ora. Nello specifico nel suo blog non ho trovato un tutorial ma le linee guida per diventare un guest poster del suo blog. Un paio di queste sono interessanti:

  • Gli articolo devono essere almeno di 10.000 caratteri spazi inclusi
  • Gli articoli vanno prodotti in ottica SEO

Quindi due regole le ho acquisite così.
Partire sempre da una Keyword, ad esempio in questo caso appunto “scrivere un articolo per il blog”.
E poi la lunghezza in caratteri, in realtà, scrivere un articolo di 10.000 caratteri non è cosa così semplice quindi ho fatto mio questo consiglio re-interpretandolo in “sii dettagliato e non risparmiarti”.

Scrivere un articolo per il blog: stesura e prima revisione

Essendo completamente a secco e non avendo mai scritto un articolo per il blog con un metodo dirò sicuramente delle ovvietà per chi lo fa di lavoro. Premetto che non ho alcuna esperienza a riguardo quindi eventuali suggerimenti nei commenti sono ben accetti.

Per scrivere un articolo per il blog mi sono immaginato da subito una stesura di getto e senza distrazioni esterne. Quindi ho provato a buttare giù un articolo con l’opzione full-screen di WordPress, che permette di avere meno distrazioni visive, oltre che ovviamente mettere lo smartphone in modalità aereo. Mi sono ripromesso di effettuare una prima stesura con tutto il necessario, anche in eccesso, eventualmente poi avrei revisionato e riorganizzato.

Nel mio processo per scrivere un articolo per il blog ho deciso che la prima revisione l’avrei fatta alla ricerca di eventuali strafalcioni grammaticali o logici che mi risuonassero più d’altri. Nel dettaglio, se ho scritto in due sessioni il mio articolo verifico sempre di aver usato lo stesso tono e di aver seguito un filone che, in base alla giornata potrei aver variato (si, mi succede spesso 😀 ).
Una volta che il testo gira più o meno come dovrebbe e il mio articolo per il blog comincia a prendere forma passo allo step successivo, quello più dispendioso a parer mio: arricchire con contenuti di tipo media (se ce ne sono a riguardo).

Scrivere un articolo per il blog: arricchire con foto, video e link

Questo è il processo che mi ritrovo spesso a fare “a parte”. Ovvero cerco di prendere la mia linea editoriale e di condensare tutti gli scatti o la ricerca di materiale di tipo foto, video o link nello stesso momento, se possibile organizzandolo per cartelle differenziandolo per articolo. Questo mi sembra più produttivo, inoltre se ho dei materiali pronti per un articolo mi sprona a concluderlo più in fretta.

Dettaglio importante relativo ai link. Personalmente, nello scrivere un articolo per il blog presto sempre molta attenzione ai link. Ad esempio se sono verso siti web esterni mi assicuro che si presente l’apertura del link in una nuova scheda, così come cerco di non dimenticare mai i link sponsorizzati o relativi a campagne di affiliate marketing .

Ovviamente in questa fase mi assicuro anche che tutti i paragrafi e gli stili vari presenti all’interno dell’articolo siano sufficientemente armoniosi e non diventino troppo pressanti sulla lettura.
Questo tipo di controllo, lo replico anche in chiusura, nell’ultima lettura poco prima della pubblicazione.

Relativamente all’inserimento delle immagini nel mio articolo per il blog, è importante non caricare immagini troppo pesanti per il web. A riguardo ho scritto un’articolo dove elenco una serie di software gratuiti per la gestione delle immagini che potete trovare a questo link.

Scrivere un articolo per il blog: impostazioni per la SEO e i Social

Questo è una parte fondamentale che cerco di non trascurare mai. In questo momento sto testando RankMath, plugin per WordPress che fornisce un comparto completo per la SEO. Lo sto trovando molto valido: ha un infinità di configurazioni che mette a disposizione e al suo interno contiene da subito tutto il necessario per rendere al meglio. Non voglio dilungarmi troppo, in ogni caso integra le configurazioni per la Schema.org, le configurazioni Social (personalizzabili per tutto il sito e per l’articolo singolo), ovviamente la creazione della sitemap, la personalizzazione della robots.txt, la gestione delle redirezioni e dei 404 e come anche Yoast da un giudizio di massima in ottica SEO analizzando diversi parametri nel contenuto del testo; insomma provatelo, è gratuito per un singolo account e lo trovate direttamente nella directory di WordPress a questo link.

Gran parte dei parametri citati sono appunto da personalizzare, quindi nella mia scaletta c’è:

  • Impostare title e description che siano legate alla keyword principale
  • Verificare che il testo sia giudicato bene da RankMath in ottica SEO
  • Impostare title, description e immagini per Facebook e Twitter
  • Impostare title, description e immagini per la Scherma.org

Questo passaggio mi porta via molto tempo ma per quanto mi riguarda è importante che, fin da subito l’articolo sia a posto, in questo modo nel mio processo di scrittura di un articolo per il blog so che non dovrò più riprenderlo successivamente per correggere le impostazioni e per renderlo più efficace lato SEO/Social.

Scrivere un articolo per il blog: programmare l’articolo

Ultimo passo, quello più importante nello scrivere un articolo per il blog è quello di schedularlo per la pubblicazione. Le prime volte non si ha bene idea di quando farlo, per ragionamento si programma l’articolo quando c’è il maggior bacino d’utenza disposto a leggerlo. Solitamente le pause pranzo o nel periodo che si aggira tra prima e dopo cena. Attenzione a quando si va a realizzare dei contenuti multi lingua, tenete conto dell’eventuale fuso.

Una volta schedulato l’articolo per il blog io faccio un ultimo controllo dalla preview in modo che tutto sia a posto, si occuperà il sistema di pubblicarlo in automatico anche sui Social Network che desidero. Ovviamente da malfidente quale sono mi imposto un promemoria in modo da fare un controllo ma una volta rodata la routine si può anche non fare.

 

Questa è più o meno il mio metodo per scrivere articolo per il blog. Conoscendomi so perfettamente che ben presto verrà revisionata a favore di una migliore ma bisogna pur iniziare no?
Non essendo un content-creator di professione e tanto meno un copywriter, i buoni consigli sono sempre ben accetti! Se volete aiutarmi a migliorare scrivetemi nei commenti come fare!

 

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo!

Non la pensi come me? Scrivimelo!